mostra fotografica   arte e cultura   letteratura   musica   cinema e teatro   feste e tradizioni   natura e ambiente   viaggi

popoli indigeni   afroamerica   società   appuntamenti   leggere/ascoltare   studi e ricerche

www.caribenet.info

el portal del Caribe

Natura e ambiente

 

 

 

 

E' urgente una nuova cultura dell'acqua

 

Alfo


Al giorno d'oggi oltre oltre un milione e trecentomila persone non hanno garantito il diritto dell'accesso all'acqua potabile: ne conseguono cifre impressionanti di malati  e di morti (ogni 7 secondi muore una persona per malattie infettive dovute al consumo di acque torbide). Ciò nonostante continua la distruzione delle risorse idriche.

Non solo l'uomo soffre delle conseguenze di un sistema economico che per raggiungere un ipotetico "progresso" distrugge risorse non rinnovabili: le fonti di acqua del nostro pianeta (fiumi, laghi, paludi) hanno un ruolo imprescindibile nella conservazione di tutto il sistema naturale, preservando l'umidità necessaria alla fecondità della terra che, a sua volta, è necessaria alla sopravvivenza, fisica e sociale, di intere comunità umane. E' per questo motivo che uno dei temi politici e culturali di più stringente attualità riguarda il grande impegno di molte organizzazioni per promuovere una diversa cultura dell'acqua, che sappia valorizzare non solo le risorse idriche, ma anche l'antica saggezza e sapienza popolare riguardo al suo uso, coniugandole con le moderne tecnologie.  La salvaguardia dell'acqua e dei sistemi acquatici del nostro pianeta è una lotta che investe una dimensione dalle numerose sfaccettature: ambientale, sociale, economica e culturale.

In America Latina, come in altre parti del mondo, nel corso del ventesimo secolo intere comunità sono state spogliate del loro diritto di risiedere sulle loro terre per costruirvi dighe che spesso hanno costituito un vero disastro ambientale. In particolar modo le comunità indigene hanno dovuto soffrire l'usurpazione delle terre ancestrali in nome di un astratto interesse generale che, il più delle volte, si è rivelato essere solo quello di ristretti gruppi economici e sociali. Ma non solo le grandi infrastrutture distruggono interi ecosistemi acquatici: la contaminazione sistematica dovuta agli scarichi industriali, minerari, agricoli e urbani, la bonifica delle paludi con il loro delicatissimo ecosistema, l'espansione delle coltivazioni intensive sono altre cause che concorrono ad aggravare la già precaria situazione dei sistemi acquatici e di tutto l'ambiente naturale che essi concorrono a mantenere in equilibrio.

Di recente un altro pericolo si profila in America Latina: quello causato da una concezione economica che non prevede limiti alla crescita del profitto e predica la liberalizzazione selvaggia di tutte le risorse, compresa la privatizzazione dell'acqua. Una concezione aberrante contro la quale si stanno mobilitando intere comunità del continente, decise a non acconsentire ai loro governi di impossessarsi di un bene primario, indispensabile alla vita stessa. Per riunire queste esperienze e trovare insieme proposte per superare la crisi dell'acqua nella regione latinoamericana, si riunirà a Fortaleza, in Brasile tra il 5 ed il 9 di dicembre l' Encuentro por una Nueva Cultura del Agua en América Latina, che vedrà la partecipazione di movimenti sociali, della comunità scientifica e delle istituzioni pubbliche.

 

Settembre 2005

 

 

Latinoamerica-online 

Ass. Cult. Imago Mundi - Direttore  responsabile Mariella Moresco Fornasier

  Registrazione presso il Tribunale di Milano n. 768 del 1/12/2000  e n. 258 del 13/04/2004 

ISSN 1824-1360 © Tutti i diritti riservati